TEATRO FESTIVAL, GLI APPUNTAMENTI DEL 7 LUGLIO
"Il cielo in una stanza" di Punta Corsara debutta giovedì 7 luglio, in prima assoluta (ore 21 al Bellini; replica l’8, stessa ora) al Napoli Teatro Festival Italia, organizzato dalla Fondazione Campania dei Festival e diretto da Franco Dragone. La compagnia Punta Corsara – nata come progetto d'impresa culturale della Fondazione Campania dei Festival nel triennio 20079 - arriva al festival dopo molti premi e riconoscimenti. Il titolo della loro nuova creazione, "Il cielo in una stanza", viene dalla canzone scritta da Gino Paoli e interpretata da Mina nel 1960. E’ la canzone di un amore che abbatte le pareti di una stanza, il racconto di una storia comune, nata in un luogo intimo e privato come la propria casa.

"Se però questa casa crolla – si legge in una nota -  cosa resta del sogno romantico? Cosa resta della giovane coppia che l'ha sognato e cosa diventa quel luogo che il crollo ha portato via? Restano le fondamenta e tre pareti su quattro, come su un palcoscenico, che invece di essere abbandonate e diventare ruderi di cui presto ci si dimentica, continuano ad essere abitate da una piccola comunità che desidera di ricostruire la propria storia". 
Da queste premesse si muove la scrittura di Armando Pirozzi e Emanuele Valenti (quest’ultimo anche regista dello spettacolo) che si snoda dagli anni ’60 agli anni ’90, dopo il terremoto, a Napoli.
 
"Partendo da fonti diaristiche e fatti di cronaca – spiegano Pirozzi e Valenti - dall"emigrazione in Svizzera alla speculazione edilizia, viste secondo le logiche dell’evocazione più che la cronologia degli eventi, il nostro racconto si struttura come una rivisitazione allucinata della classica commedia Eduardiana in tre atti e comincia proprio da qui: il cielo, con il crollo, è entrato veramente nella stanza, che ora veramente “non ha più pareti”. E guardandoci dentro, incontriamo una comunità di personaggi che negli anni '90 continua a vivere in questa architettura sbilenca".

Quarant'anni di storia italiana, senza seguire un ordine cronologico e attraversati da diversi eventi storici, per concentrarsi attorno alle vite di personaggi, di diversa provenienza ed estrazione sociale, che si ritrovano a vivere attaccati ai resti di quel palazzo crollato da cui non riescono ad allontanarsi. Li incontriamo nel momento in cui vogliono fare i conti con questo passato e, costi quel che costi, ricominciare a sognare un futuro. Ammesso che questo sogno sia ancora possibile. In scena Giuseppina Cervizzi, Christian Giroso, Vincenzo Nemolato, Valeria Pollice, Emanuele Valenti, Gianni Vastarella; scene Tiziano Fario; costumi Daniela Salernitano; disegno luci Giuseppe Di Lorenzo. Una produzione Fondazione Campania dei Festival – Napoli Teatro festival Fondazione Teatro di Napoli – Teatro Bellini.
 
Al Museo Madre, Isabella Ferrari è nuovamente protagonista di "Una favola di Campania" (ore 19, ultima replica). Musiche dal vivo eseguite dall’orchestrina Musica da Ripostiglio composta da Luca Pirozzi (chitarra e voce), Luca Giacomelli (chitarre), Raffaele Toninelli (contrabbasso) ed   Emanuele Pellegrini (batteria e percussioni).

Ancora giovedì 7, alle 21, al Museo Diocesano - Donnaregina Vecchia,  "Il vecchio fango", un progetto  site–specific del Teatro dei sensi Rosa Pristina, spettacolo per un singolo viaggiatore (ingressi ogni 20 minuti fino alle 23.40, durata spettacolo 45 minuti – repliche fino al 14 luglio). Continua il viaggio proposto dal Teatro dei sensi Rosa Pristina in scena al Festival con un nuovo labirinto sensoriale che conduce lo spettatore alla scoperta di un misterioso piccolo villaggio.

Venerdì 8 luglio alle 21 al Porto di Acciaroli, Pollica (Salerno), Isa Danieli è la nuova protagonista dei racconti di "Una favola di Campania". L’attrice leggerà  "Bella e poverella", "La regina e suo figlio", "La mamma sirena", "La figlia del sole". L’amore-odio tra un re e una bellissima e povera ragazza, una madre che uccide suo figlio,  una matrigna cattiva che vuol liberarsi del figliastro
 e un personaggio di donna ribelle. Musiche dal vivo eseguite dall’orchestrina Musica da Ripostiglio.

Fonte: La Repubblica

 
 
 

PROSSIMI EVENTI DISPONIBILI
dal 27 febbraio 2020   Napoli
MAURIZIO IV - UN PIRANDELLO PULP
GIANLUCA GUIDI E GIAMPIERO INGRASSIA 
testo di Edoardo Erba 
Regia Gianluca Guidi
musiche di Massimiliano Gagliardi 
Produzione OFFICINE DEL TEATRO ITALIANO 

Prezzi da:
€ 0.00
ACQUISTA
da giovedì 13 a domenica 23 febbraio   Napoli
Tre pecore (molto) viziose
FABIO BRESCIA, CIRO SANNINO e STEFANO ARIOTA
Prezzi da:
€ 0.00
ACQUISTA
21, 22 e 23 febbraio   Napoli
Franco Ricciardi - O'BBENE E O'MMALE
Teatro Totò Napoli
Prezzi da:
€ 0.00
ACQUISTA