AL NUOVO «CON I VICINI UNA GUERRA AD ALTA TENSIONE»
Mescola ironia e spavento «I vicini», l’ultimo lavoro scritto, diretto e interpretato da Fausto Paravidino, ex enfant prodige del teatro italiano, oggi 39enne autore conclamato e stimato anche all’estero dove lavora stabilmente.
Paravidino è noto al pubblico tv per il suo personaggio di «Ranocchia »nella serie di Sky «Romanzo criminale», ma ha alle spalle vent'anni di teatro e cinema, con premi Ubu e un capo d'opera come «Genova 01», la pièce scritta nel 2002 sul G8 e la morte di Carlo Giuliani, commissionata dal Royal Court di Londra e rappresentata in tutta Europa.
 «I vicini» va in scena da stasera a domenica al Teatro Nuovo prodotto dallo Stabile di Bolzano, con nel cast Iris Fusetti, Davide Lorino, Barbara Moselli e Sara Putignano. 
Paravidino, come nasce l'idea di una pièce tra commedia e horror? 
«In un modo singolare. Ero a Parigi nel 2011 e stavo scrivendo un lavoro per La Comédie Française e avevo preso alloggio in un appartamentino a Montmartre. Una sera cominciai a udire rumori strani, scricchiolii sinistri. E così mi venne l'idea di scrivere qualcosa sulla paura, per trasformare la suggestione del presente in commedia».
Come è arrivato all'opera compiuta? 
«Il lavoro si è sviluppato su due binari, quello irrazionale che rispondeva al mio desiderio di scavare nell'incubo, e quello concreto che è connesso al teatro. Lo spettacolo ricalca il tema di tanti film del terrore: ci sono un lui e una lei che vivono insieme, ma arrivano i nuovi vicini di casa che rappresentano tutto quello che è diverso da noi e ci fa paura. Così scatta una guerra domestica tra occhi negli spioncini e tensione che sale». 
Possimi progetti?
«C'è "Il Macello di Giobbe", un testo da me scritto per il Teatro Valle. Indaga e narra quel presente dal quale intere generazioni si sentono escluse e di cui vogliono riappropriarsi. Una messa in scena perla quale ho organizzato laboratori per maestranze, attori, compositori, con i partecipanti protagonisti del processo creativo. La prima mondiale nel 2014 a Bruxelles, poi a Parigi e altre città europee. Ma in Italia ,a parte Genova, la mia città, non si sono trovati teatri pronti ad ospitarlo».

Stefano Prestisimone  - Il Mattino

 
 
 

PROSSIMI EVENTI DISPONIBILI
dal 19 al 28 ottobre 2018   Napoli
Don Giovanni di Mozart
Teatro Bellini
regia Andrea Renzi

con Petra Magoni, Simona Boo, Hersi Matmuja,Mama Marjas, Evandro Dos Reis, Omar Lopez Valle, Houcine Ataa
Prezzi da:
€ 0.00
ACQUISTA
dal 31 ottobre 2018   Napoli
SOLO
Teatro Diana

ARTURO BRACHETTI
Solo

Il nuovo one man show

Associated director David Ottone Yllana company
Prezzi da:
€ 0.00
ACQUISTA
20 novembre 2018   Napoli
Edoardo Bennato
Teatro Palapartenope

"PINOCCHIO & COMPANY TOUR 2018"
Prezzi da:
€ 0.00
ACQUISTA