Partenope Eterna
Il 17 Maggio 2024

Naomi Rivieccio soprano
Talenti Vulcanici
Marcello Scandelli violoncello
Rafael Arjona arciliuto e chitarra barocca
Federico Bagnasco contrabbasso
Stefano Demicheli clavicembalo e direzione

Paologiovanni Maione Consulenza musicologica

Altri dettagli dell'evento:
Francesco Mancini (Napoli 1672 -Napoli 1737) 
«Là dove il bel Sebeto» 
Cantata a voce sola e basso continuo 
 
Francesco Paolo Supriani (Napoli 1678 - Napoli 1753) 
Toccata decima per violoncello solo 
 
Alessandro Scarlatti (Palermo 1660 -Napoli 1725) 
«Là nel bel sen della regal sirena» 
Cantata a voce sola e basso continuo 
 
Domenico Scarlatti 
Sonata K 208 in la maggiore per clavicembalo - Adagio 
Sonata K209 in la maggiore - Allegro 
 
Alessandro Scarlatti 
«Là dove a Mergellina» 
Cantata a voce sola e basso continuo 
 
Fabio Vacchi (Bologna 1949) 
«Partenope eterna» per soprano e clavicembalo 
 
Brano composto su commissione della Fondazione Pietà de' Turchini di Napoli su testo originale di Giuseppe Montesano 


Il programma è una preziosa antologia di cantate del primo Settecento scelte con sapiente gusto dal musicologo Paologiovanni Maione. Si tratta di composizioni che nel repertorio cantatistico tra Sei e Settecento, detenevano un ruolo preminente nei circuiti privati con lo scopo di allietare le conversazioni nei salotti dell’epoca. Si passa dunque dal tema napoletano adottato da Alessandro Scarlatti con immagini di pastori e sirene a un tono più drammatico e ai madrigalismi di Francesco Mancini, all’esercizio ozioso di Domenico Scarlatti le cui sonate erano destinate allo svago di Maria Barbara di Braganza. Le toccate di Supriani, invece, erano destinate a quel milieu di nobili dediti allo studio del violoncello di cui Supriani rappresenta uno dei maggiori esponenti del primo Settecento. In questo repertorio Napoli, ancora una volta, riesce a salire in scena in una visione che la rende fascinosa e ne consolida, nell’immaginario settecentesco, il rango di città musicalissima.
A sugello il brano del maestro Fabio Vacchi che si è lasciato ispirare e guidare dalla voce astrale del soprano Naomi Rivieccio, dal virtuosismo barocco volto al futuro dei Talenti Vulcanici e del loro direttore Stefano Demicheli e dall’antica cultura napoletana conservata e rivitalizzata dalla Pietà de’ Turchini. Giuseppe Montesano, invece, interpreta il pensiero musicale di Vacchi, scrivendo i versi di Partenope Eterna. Il titolo rimanda alle leggende sulle sirene: metà donne e meta uccelli – o, in seguito, pesci – le Sirene abitano su un’isola al largo di Sorrento. Attratti dal loro ammaliante canto, i marinai virano le navi verso la costa rocciosa, dove si schiantano. Avvertito dalla maga Circe, Ulisse scampa a questa sorte facendosi legare all’albero maestro. Vince dunque con l’astuzia, perché la volontà nulla può contro il potere primigenio di questa voce femminile. Secondo una delle tante leggende, la sconfitta subita da Odisseo umilia e uccide una delle Sirene, Partenope, spingendo il suo cadavere dove sorgerà Napoli.


PROSSIMI EVENTI DISPONIBILI
dal 25 maggio al 31 dicembre 2024   Napoli
Il Sacro telo - la Sindone
Attraverso un percorso articolato, con 5 installazioni principali, si vuole proporre la riflessione sulla Passione di Gesù di Nazareth come tramandata dagli Evangelisti, dalla crocifissione alla Tomba vuota. L'unico oggetto che, ad oggi, ci rimanda ai racconti evangelici in maniera puntualmente speculare è il telo di lino che nella tradizione della pietà popolare cristiana viene venerato come la Sindone nella quale fu composto il corpo di Gesù. La Passione di Gesù ha da sempre generato grande interesse, per comprendere la misericordia di Dio. Infiniti sono gli scritti come infinite sono le raffigurazioni di Gesù e dei personaggi del suo tempo nell'arte. La Sindone, fin dalla sua comparsa in Europa, ha contribuito alla ricerca del volto di Dio da parte di ogni credente attraverso la contemplazione dei racconti evangelici della Passione.
Prezzi da:
€ 11.00
ACQUISTA
20 dicembre 20024   Napoli
JACK SAVORETTI TOUR 2024
Prezzi da:
€ 0.00
ACQUISTA
tutti i giorni   Napoli
Ospedale delle Bambole
Un luogo dove l'incanto dei bambini contagia gli adulti: la stanza delle meraviglie della storica bottega con il suo bambolatorio.

Prezzi da:
€ 3.51
ACQUISTA