En Abyme
Dal 23 al 28 Aprile 2024

di Tolja Djokovićregia Fabiana Iacozzilli

con Simone Barraco, Oscar De Summa, Francesca Farcomeni, Evelina Rossellie 
con Aurora Occhiuzzi
spazio scenico Giuseppe Stellato
costumi Chiara Aversano
disegno luci Omar Scala
musica e disegno sonoro Tommy Grieco
regista assistente Cesare Del Beato
assistente costumi Valentina Cerasuolo, Fabiana Amato
regia video Raffaele Rossi, Nicolas Spatarella e Fabiana Iacozzilli
produzione Fondazione La Biennale di Venezia, Fondazione Teatro di Napoli - Teatro Bellini, Lac - Lugano Arte E Cultura, Cranpi, Elsinor
produzione esecutiva Fondazione Teatro di Napoli - Teatro Bellini

con il supporto di Carrozzerie N.O.T. e Fivizzano27Si ringraziano A. S. D. Scuola Nuoto Vomero, Casa Donelli
Dal 23 al 28 Aprile 2024 Piccolo Bellini di Napoli
Piccolo Bellini - Posto Unico
Altri dettagli dell'evento:
Il testo di Tolja Djoković narra il tentativo da parte di James Cameron da un lato e quello di Una bambina/Donna dall'altro, di riportare in superficie pezzi di un abisso inesplorato. Per quanto riguarda Cameron la sfida è quella di scendere nell'abisso Challenger - nel cuore della Fossa delle Marianne - luogo dove nessuno prima di lui era mai arrivato e tentare di riemergere con delle certezze circa quel mondo sconosciuto. Per quanto riguarda la discesa della bambina/donna, il viaggio nella sua profondità fa riemergere pezzi di vita, squarci di un passato vissuto con un padre e forse anche rimosso, momenti di solitudine accompagnati dalla sola visione del film Titanic di James Cameron. En Abyme è un gioco di rispecchiamenti, un testo prismatico che lavorando sulla struttura ad effetto Droste ribalta continuamente il punto di vista sulle vicende narrate e ci fa interrogare su chi siamo, chi ci guarda e su cosa siamo in grado di far tornare alla luce di noi stess*.L'intento della regia è quello di accompagnare lo spettatore in queste due immersioni, di porsi come sguardo ulteriore su una discesa che, mentre precipita dentro un abisso grotta che ricorda il ventre materno, si fa soprattutto ricerca ostinata di un padre, di una relazione con il paterno, della volontà di essere vist* e riconosciut* dal padre.Lo spettacolo attraverso un dialogo constante tra il dispositivo drammaturgico a quattro voci - L'occhio della telecamera, La fossa delle Marianne, Il documentario e Le didascalie - e il dispositivo scenico che, come fosse un film da vedere e rivedere alla ricerca di una traccia mette al centro della narrazione le immagini proiettate della vita della bambina/donna, si interroga sulla possibilità di cogliere in un fotogramma della nostra vita una connessione tra un dentro e un fuori, sulla possibilità di riemergere viv* dalla Fossa delle Marianne presente in ognun* di noi.

PROSSIMI EVENTI DISPONIBILI
Il 19 maggio 2024   Napoli
Frammenti su Tutto (il Manfred)
testi tratti da W. Shakespeare, Lord Byron, Carmelo Bene
musiche tratte da Johann Kaspar Mertz, Napoleon Coste, Robert
Schumann
con Massimo Finelli, voce recitante
Duilio Meucci, chitarra romantica
Renato Grieco, regia del suono ed effetti sonori
Prezzi da:
€ 0.00
ACQUISTA
Il 21 Aprile 2024   Caserta
Paperdi Caserta - Bakery Basket Piacenza
Prezzi da:
€ 0.00
ACQUISTA
venerdì 3 Maggio 2024   Napoli
VOMEROSUONA - ''ALL'OPERA'' IGOR CAIAZZA 5et feat; F. BOSSO & N. GORI
 Igor Caiazza batteria
Fabrizio Bosso tromba
Nico Gori sax tenore
Claudio Filippini pianoforte
Tommaso Scannapieco c/basso    
e i Professori d'Orchestra del Teatro di San Carlo di Napoli. 
Prezzi da:
€ 0.00
ACQUISTA